chi sono

biografia

Sono nato a Lugo di Romagna nel 1989, con un’insana passione per la cucina, latente fino ai quattro anni, quando nonna Albertina mi mette in mano mattarello e farina insegnandomi l’arte delle tagliatelle. L’infanzia prosegue fra la pesca con nonno Ledo e la coltivazione degli orti con nonno Guido: a nove anni sono in grado di comprendere l’importanza della cucina tradizionale e della provenienza delle materie prime. A 11 anni, le vacanze con mio padre mi fanno scoprire il mare (sempre in termini gastronomici), a 14 il primo motorino è un mezzo per arrivare al porto di Comacchio e nei boschi delle colline bolognesi, con l’intento di scoprire tutto ciò che sia commestibile, rivisitabile, elaborabile alla luce del mio istinto. La mia famiglia mi convince a non frequentare la scuola alberghiera, ma continuo a cucinare in ristoranti, sagre, eventi per innata passione: alla fine delle scuole superiori lavoro come cuoco a tempo perso in un ristorante della zona.

la partecipazione a MasterChef

In seguito ad una delusione sentimentale, conoscendo la mia passione per la cucina, un amico storico mi iscrive alla quarta edizione del programma televisivo Masterchef. Il programma dà una svolta improvvisa alla mia vita, proiettandomi nel mondo della cucina e televisivo.Grazie al mio carattere energico e solare riesco a stupire il pubblico, oltre ai giudici, e pur classificandomi ottavo vengo votato come preferito, aggiudicandomi il premio di primo master of pasta Italiano.

Voiello, Alma e altri progetti

Dopo Masterchef arriva la vera consacrazione: firmo un contratto con Voiello per la realizzazione di Master of Pasta e frequento la scuola di alta cucina Alma di Gualtiero Marchesi. Studio sui manuali classici dell’Alta Cucina: Piccolo trattato di gastronomia molecolare di Hervé This, L’arte della cucina moderna di Henri Paul Pellaprat, il Manuale di Gastronomia di Augusto Escoffier. Poi, l’incontro con il mio vero mentore, Giacinto Rossetti (tre stelle Michelin) anima del ristorante Trigabolo, dove convergeva anche Andy Warhol. Sotto l’egida di Giacinto mi specializzo in pesci, carni, formaggi, approfondendo ogni area della cucina. Giacinto mi ha insegna anche la fisiologia e l’allevamento degli animali secondo il rispetto delle loro abitudini e comportamenti, della loro morfologia. Collaboro con il San Domenico di Imola (tre stelle Michelin), gestito da Max Mascia e Valentino Marcattilii. Invento le mie prime ricette speciali, come il cappelletto di mare e le moleche con schiuma di parmigiano e gel di Porto, alloro e scalogno.

MasterChef All Stars

Oggi, arriva la chiamata per il nuovo programma televisivo Masterchef All Stars, edizione completamente nuova, che ospiterà una sfida non più amatoriale ma tra professionisti, tra i concorrenti più amati dal pubblico, più talentuosi e che hanno proseguito nella carriera della cucina. Lotterò per il titolo con nuove ed importanti nozioni, esperienze e valori: torniamo a conoscere la nostra terra, al rispetto del corso naturale delle stagioni, alla consapevolezza che senza una solida tradizione non può esistere innovazione.